Skip to main content

Don Renzo Ghiglione - Il saluto del Consiglio Pastorale

Caro don Renzo,
ti scrivo a nome del Consiglio pastorale e quindi di tutta la parrocchia.
Quando sei giunto, dono insperato, nella nostra comunità, era tra noi ancora il caro don Pino e ricordo che ci sottolineavi le delicatezze e le attenzioni che lui aveva nei tuoi confronti ma a noi non sfuggivano tutte quelle che avevi nei suoi.
Hai cercato di inserirti tra noi facendo ben attenzione a rispettare le nostre consuetudini e al contempo di farci crescere nella fede e nell’unità, insegnando a molti che non è possibile continuare a camminare nella fede ancora con le scarpe della Prima Comunione ma che bisogna progredire per essere pienamente ciò che tutti siamo chiamati a diventare e per trovare un senso vero e completo alla nostra esistenza.Don Renzo Ghiglione - Montagna
Tu hai lavorato perché divenissimo dei reali testimoni di Cristo non solo tra noi ma tra la gente del quartiere, che in questi giorni si è fatta sentire, e hai proposto e sostenuto iniziative di varia natura per arrivare a tutti.
Ora te lo possiamo ribadire: non era facile tenere il tuo passo ma ci siamo fidati e abbiamo già visto teneri germogli del tuo instancabile seminare. Quello che ti stava più a cuore era che fossimo uno in Cristo.
Purtroppo la nostra comunità parrocchiale non è sempre stata all’altezza di ciò ma sappiamo che da questo dolore sta già nascendo una realtà nuova che supererà barriere reali o fittizie.
In questi anni hai cercato di rinvigorire e potenziare l’esistente ma soprattutto hai saputo, con un coraggio pastorale che poteva sfiorare l’impopolarità, aprire la chiesa e la parrocchia a tutti perché ognuno potesse incontrare Cristo nella sua condizione di vita sia in sintonia e comunione con la Chiesa sia in difficoltà o allontanamento mosso dalla certezza che Cristo vuole un uomo eretto davanti a sé e lo ama nella sua concretezza fatta anche di miseria.
Comunque ci hai lasciati in buone mani: don Vincenzo in questi giorni è stato straordinario e certamente insieme riusciremo a proseguire il cammino intrapreso.
Chiederemo al nostro Vescovo di sostenere la nostra comunità come sappiamo che ha già fatto e come hanno fatto i suoi predecessori.
Vogliamo prometterti che continueremo a servire la Chiesa che tu tanto hai amato perché luogo dove l’uomo può incontrare Gesù Cristo e saremo vicini ai futuri pastori a cui il Signore vorrà affidarci e li custodiremo perché sappiamo bene che non dobbiamo rimanere fedeli a te ma fedeli a quel Cristo che tu ci hai testimoniato con le tue parole e il tuo agire.
ARRIVEDERCI DON RENZO!!!